Chiama ora: +39 051 645 0411 info@lifeiris.eu

Management

Il project management è in capo ad ERVET, capofila di progetto.
L’azione consiste nel gestire lo sviluppo complessivo del progetto, tramite il coordinamento delle varie attività previste affidate ai diversi partner.
Questa azione descrive anche i rapporti che il capofila tiene con la Commissione, sia in termini di comunicazione che in termini di rendicontazione sullo stato di avanzamento del progetto (inteso come azioni realizzate rispetto a quelle programmate ma anche come  spesa sostenuta).

Questa azione prevede 4 sotto-azioni.

  • Gestione generale. Questa azione include tutte le attività necessarie al coordinamento efficace delle azioni programmate, suddivise come responsabilità tra i vari partner. A questo scopo, due sono gli strumenti predisposti:

    • lo Steering Comittee, costituito da un rappresentante per ogni partner, che si riunisce a scadenze periodiche per discutere l’avanzamento del progetto e definisce, sia a livello strategico che operativo, l’approccio da adottare ed eventuali azioni correttive in caso di discostamento dei risultati raggiunti da quelli programmati. (Regolamento Steering Committee)
    • L’Advisory Board, vale a dire un organo consultivo che, grazie alle competenze specifiche dei suoi componenti esperti, fornisce un supporto a specifiche fasi del progetto, al fine di avere un punto di vista esterno altamente competente in gradi di qualificare i contenuti del progetto: vista la varietà di temi trattata nel progetto (la valutazione del rischio, gli strumenti finanziari,…), l’Advisory Board è pensato come una struttura con una composizione variabile a seconda della fase in cui si trova il progetto. 

  • Monitoraggio dei progressi del progetto. Lo scopo di questa azione è di tenere sotto controllo lo stato di avanzamento delle azioni previste nel progetto; a tal fine, il capofila si è dotato di un sistema di monitoraggio, che comprende strumenti (Monitoring tool – Monitoring plan) e figure di responsabilità (Internal auditor e monitoring team)

  • After Life Plan. Si tratta di un documento in cui sono programmate tutte le attività di comunicazione che l’intero partenariato metterà in atto per disseminare i risultati di IRIS al termine del progetto, al fine di promuovere la replicabilità dell’approccio proposto.

  • Indicatori. Si tratta di un gruppo di indicatori appositamente definiti al fine di tenere sotto controllo lo stato di avanzamento del progetto, cioè per monitorare quanto si è fatto rispetto a quanto si è programmato. Si differenziano dagli indicatori che monitorano le ricadute del progetto (vedi “monitoraggio”), misurando i risultati e gli impatti a livello ambientale, socio-economico ed ecosistemico.